Il fumetto racconta la Grande Guerra

Il 19 Maggio 2018 alle ore 18:45 presso l’Ex Convento S.Francesco a Pordenone (ingresso in Via S. Francesco) si svolgerà la conferenza dedicata al fumetto che racconta la Grande Guerra.

Il dramma, le vicissitudini e le persone, narrate con il fumetto.
L’evento sarà gratuito e siete tutti invitati a partecipare

Relatori: Paolo Cossi e Luca Salvagno. Modera: Vincenzo Bottecchia dell’Associazione Màcheri.

Paolo Cossi e Luca Salvagno propongono un viaggio di riflessione sugli avvenimenti legati alla Prima Guerra Mondiale, raccontando, attraverso parole ed immagini, il dramma e le dimensioni della sopravvivenza umana.

L’incontro si distingue in due momenti: il primo è una conferenza dal titolo Il fumetto racconta la Grande Guerra in cui i due autori di fama nazionale ed internazionale collaboreranno nella presentazione dei loro progetti, il secondo è costituito da ben due mostre allestite all’interno di NaonisCon il 20 maggio.

È possibile assistere ad un’anteprima delle due esposizioni durante la conferenza del 19 Maggio. Si ringrazia la Pro Loco Prade Cicona Zortea per aver messo a disposizione le tavole.

La mostra Il Fronte di Fronte

Realizzata da Hazard edizioni, racconta, in modo originale e da angolazioni differenti, gli avvenimenti salienti del conflitto incentrandosi sulla storia delle persone. È uno spunto di riflessione verso una Pace tra i popoli, dove il dialogo è l’unico modo per sconfiggere la sopraffazione.

Alla mostra sono esposte le pagine della graphic novel 1914, Io mi rifiuto! di Paolo Cossi, susseguita da una raccolta documentale e iconografica relativa a fatti, personaggi e luoghi della Grande Guerra, in particolare il Trentino e le Valli di Primiero e Vanoi. Illustrazioni, vignette satiriche, fumetti e manifesti dell’epoca, pubblicati dalle più importanti testate, scomodando grandi maestri come Antonio Rubino, Attilio Mussino, Umberto Brunelleschi, Giuseppe Mazzoni, Enrico Sacchetti e ancora Pratt, Battaglia, Toppi, Micheluzzi, Tacconi e Shulz.

Il progetto

Il Progetto Il Fronte di Fronte intende raccontare gli accadimenti della Grande Guerra attraverso lo strumento del fumetto e con uno sguardo a diverse formule comunicative. Ideato da Marco Felici, presidente del Consorzio Turistico Vanoi, e da Vincenzo Bottecchia, curatore e ideatore di Cicona Fumetto, ha ricevuto il riconoscimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli eventi legati alla Grande Guerra.

L’autore

Paolo Cossi nasce a Pordenone nel 1980. È un fumettista di fama internazionale, infatti è il primo autore a ricevere il premio Condorcet Aron per la democrazia, conferito dal parlamento della comunità francese del Belgio, e i suoi libri sono stati tradotti in svariate lingue e pubblicati in diversi Paesi europei e non.
È presidente dell’Associazione Màcheri che gestisce l’Archivio del fumetto d’Alta Quota Paolo Cossi ad Andreis, Pordenone.

La mostra Sanguanel De Refavaie ovvero Saverio nella terra di nessuno

Alla mostra è presentato il lavoro di Luca Salvagno, uscito a puntate sulle pagine del Messaggero dei ragazzi, e informazioni di carattere storico/giornalistico degli avvenimenti narrati.

Siamo sul confine italino/austriaco del Sud Tirolo tra il 1914 e il 1916, nelle Valli dei Vanoi e Lozen. Qui prendono vita le avventure di Saverio Gobber, ragazzo che ha vissuto la triste vicenda del primo conflitto mondiale sulla propria pelle.

Mescolando racconto e fantasia, narra la storia di alcune comunità poste sulle pendici di catene montuose e diventate “terra di nessuno”. Nella storia si incontrano non solo l’umanità reale e quotidiana ma fanno incursioni continue anche personaggi fantastici, legati alle tradizioni locali.

L’autore

Luca Salvagno nasce a Chioggia nel 1962. La passione per il fumetto lo porta ad esordire come colorista delle ultime tavole del maestro Jacovitti e, in seguito, a continuare il personaggio di Cocco Bill, realizzando sceneggiature e disegni.
Nel 1988 comincia a pubblicare fumetti e illustrazioni sul Messaggero dei Ragazzi edito a Padova e in seguito collabora con il Giornalino di Milano, passando da storie umoristiche a storie di avventura.
Ora è docente di discipline pittoriche al Liceo Artistico di Este.